Skip to content

Gioco d’azzardo patologico: Time4child avvia un nuovo progetto di prevenzione e contrasto

This is Tooltip!

La cooperativa sociale assieme a l’IRAIM ASP per co-progettare interventi di informazione, Gruppo di Auto Mutuo-Aiuto e Unità di Strada nei comuni di Cerveteri e Santa Marinella.

La cooperativa sociale Time4child collaborerà con gli Istituti Raggruppati per l’Assistenza all’Infanzia e ai Minori (IRAIM) in un nuovo progetto di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico (GAP). L’attività si svolgerà sia attraverso un’opera capillare di informazione diretta a individui e famiglie sul territorio sia grazie alla formazione di Gruppi di Auto Mutuo-Aiuto.

Il progetto si sviluppa nel quadro delle iniziative delle Aziende per i Servizi alla Persona (ASP) sostenute dalla  Regione Lazio e interesserà, a partire da giugno, i Comuni di Cerveteri e Santa Marinella.

L’emergenza del gioco d’azzardo patologico (GAP) è riconosciuta, ormai, nelle programmazioni nazionali e locali. Il GAP è stato inserito tra le patologie nei LEA (legge stabilità 2018) e ,con la legge 5/2013, la Regione Lazio ha intrapreso con decisione l’attivazione di programmi di comunicazione pubblica e di prevenzione.

I NUMERI DEL GIOCO D’AZZARDO NEL LAZIO

Nello scenario nazionale, il Lazio ha una posizione di rilievo per quanto attiene al consumo di gioco d’azzardo e alla presenza di istallazioni ad esso deputate: è al primo posto come diffusione delle sale bingo, insieme alla Campania e alla Sicilia, e si posiziona al terzo posto come diffusione degli apparecchi di intrattenimento (New Slot e sale Video Lottery Terminal) dopo Lombardia e Campania. L’emergenza pandemica ha indotto i giocatori a rivolgersi al mondo del gioco a distanza che, nel corso del 2020, ha fatto registrare il sorpasso rispetto al gioco fisico in termini di Raccolta. Rappresentativo è l’incremento registrato dalle “Scommesse virtuali” (+152,60 per cento rispetto alla Raccolta del 2019) seguite dai “Giochi a base ippica” (+89,22 per cento). Tale incremento è dovuto, soprattutto,  alla chiusura dei punti vendita ed allo spostamento di una parte dei giocatori  verso l’on-line. Il calo del gioco fisico, però, non è integralmente compensato dalla crescita del gioco a distanza. In parte questo dato può essere attribuito al legame di alcuni giocatori con la fisicità degli apparecchi e dei luoghi; legame che li rende poco propensi al trasferimento online. Dall’altro lato, però, si può dedurre che una larga fetta della Raccolta, data l’inaccessibilità degli usuali luoghi di gioco, sia stata assorbita dal mondo del gioco illegale; una riprova di come il gioco pubblico e il presidio del territorio tramite gli esercizi  autorizzati sia un argine fondamentale contro il dilagare del gioco illegale in mano alla criminalità organizzata.

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO

È in questo scenario che si muoverà la co-progettazione tra la Cooperativa Sociale Time4Child e l’IRAIM ASP con la successiva sperimentazione di interventi innovativi per la prevenzione e il contrasto delle patologie connesse al gioco d’azzardo patologico.

Importanti gli obiettivi delle progettualità:

1. Consolidare interventi dei servizi sociosanitari aumentando le opportunità di presa in carico e di trattamento dei cittadini problematici e delle famiglie in relazione al gioco d’azzardo patologico e  alle nuove forme di dipendenza;

2. Attivare interventi basati sulla metodologia dell’Auto-Mutuo-Aiuto e di prossimità con Unità di Strada mediante una distribuzione territoriale strategica ed omogenea su tutto il territorio dei Gruppi e delle zone d’azione delle Unità mobili;

3. Favorire la creazione di reti di collaborazione nell’ambito delle dipendenze da GAP tra i servizi pubblici locali e i soggetti del Terzo Settore sullo sviluppo di un sistema integrato di interventi e servizi della rete locale;

4. Realizzare una mappatura delle specifiche risorse pubbliche e del Terzo Settore, formali ed informali, presenti nei territori;

5. Informare i cittadini sui servizi esistenti nonché su quelli istituiti sul territorio (Gruppi Auto Mutuo-Aiuto e Unità di strada) per la prevenzione e il contrasto ai comportamenti di dipendenza da GAP attraverso i soggetti della rete locale, i social media e quelli tradizionali.

“Il contrasto e la prevenzione  delle dipendenze è uno degli obiettivi fondamentali di Time4child – spiega la direttrice Raffaella Fonda -. Con questa nuova progettualità rinnoviamo la nostra vicinanza al mondo delle famiglie in difficoltà con l’obiettivo sia di estendere una rete di protezione che di unire gli interventi pratici ad occasioni di educazione’.